Benvenuti in "La memoria è un bene rinnovabile", questo sito rappresenta il prodotto del lavoro svolto da alcune associazioni di Cernusco sul Naviglio sul tema della conservazione e trasmissione della memoria storica legata all’immenso patrimonio che la Resistenza ci ha lasciato.
giorno mese anno
1 March 2020
Cesare Beretta Cesare
Beretta
Quinto Calloni Quinto
Calloni
Giuseppe Comi Giuseppe
Comi
Felice Frigerio Felice
Frigerio
Ennio Sala Ennio
Sala
Lino Penati Lino
Penati
La fotografia La fotografia Virgilio Oriani Virginio
Oriani
Bruno Perego Bruno
Perego
Cesare Riboldi Cesare
Riboldi
Secondo Marelli don
Secondo
Marelli
Angelo Stocchetti Angelo
Stocchetti
Giovanni Vanoli Giovanni
Vanoli
Alberto Gabellini Alberto
Gabellini
Roberto Camerani Roberto
Camerani
Antonio Castoldi Antonio
Castoldi
Giovanni Codazzi Giovanni
Codazzi
Maria Codazzi Maria
Codazzi
Antonio De Stefani Antonio
De Stefani
Vittorio 'Ivo' Galeone Vittorio
Galeone
Angelo Ratti Angelo
Ratti
Angelo Galimberti Angelo
Galimberti
Pietro Tremolada Pietro
Tremolada
Giuseppe Meroni Giuseppe
Meroni
Percorsi e momorie della resistenza
Home  |   Contatti  |   Link utili  |   A  |   A+  |   solo testo  
memoriarinnovabile
18/07/2014

GAZA: UN NUOVO ATTENTATO AL DIRITTO DEI POPOLI A PERSEGUIRE LA PROPRIA LIBERTA'

Non è con le armi che si troverà la strada della convivenza e della giustizia, ma solo con intese ed accordi che rendano giustizia ai diritti di tutti e non soltanto alle ragioni del più forte. L'Europa e il Governo italiano trovino finalmente il coraggio di assumere iniziative concrete.

28/04/2014

ACLI in FESTA-1°maggio

Giovedì primo maggio 2014,dalle ore 16.00 in poi, in via Fatebenefratelli davanti alla sede del Circolo ACLI di Cernusco.

11/03/2014

Per ricordare Fausto e Iaio,i due giovani assassinati dai fascisti il 18 marzo 1978

In via Mancinelli,luogo dell'assassinio,il 18 Marzo dalle ore 16 alle ore 23 una serie d'iniziative per non dimenticare

23/01/2014

"Caro studente ricorda..."

Lettera del presidente nazionale dell'Anpi, Carlo Smuraglia, agli studenti di Vasto in occasione della giornata della memoria.

22/01/2014

Carlo Smuraglia : «Ue tiepida rinascono nuovi fascismi»

Intervista sull'Unità al presidente nazionale dell'ANPI : «Ho l’impressione che ci sia una generale disattenzione, anche a sinistra, sulla gravità del momento e sul valore delle prossime elezioni europee per bloccare l’avanzata di fascismi, nuovi populismi, razzismo». Carlo Smuraglia, presidente nazionale Anpi, è diretto nel bacchettare i partiti, impegnati a discutere di regole piuttosto che su come arginare un crescente disagio sociale e i pericoli che ne derivano. Lo fa dal convegno che si è tenuto ieri in Campidoglio con la Federazione internazionale dei Resistenti (Fir), la principale associazione in difesa dei valori di Resistenza e antifascismo in Europa.

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 |
23/05/2013

E' scomparsa una grande donna e una grande partigiana. Onore a CEDA, partigiana combattente col grado di sottotenente.

Abbiamo appreso questa mattina, con profondo dolore, la notizia della scomparsa della partigiana Annunziata Cesani.
Ceda entrò giovanissima nella Resistenza con il compito principale di mantenere i collegamenti tra la 7a Gap di Bologna e il distaccamento operante nell'Imolese e tra la 36a Brigata Garibaldi dislocata sull'Appennino Tosco-emiliano e il distaccamento sap della sua zona.
Da anni Ceda era membro del Comitato Nazionale dell'ANPI e al Congresso nazionale della nostra Associazione svoltosi a Torino veniva eletta nella Presidenza Onoraria. Da sempre faceva parte del Comitato Provinciale dell'ANPI di Milano.
Presidente della Sezione di Sesto San Giovanni è stata per tutti noi punto di riferimento fondamentale e, anche quando le forze cominciavano a mancarle, non si sottraeva ai suoi compiti.
La ricorderemo sempre con affetto e commozione per l'ininterrotto contributo che ha dato all'ANPI, senza risparmiarsi, con disinteresse e con passione.
“Il calendario è inesorabile” – scriveva Annunziata Cesani un paio di anni fa durante un'iniziativa promossa dalla Sezione di Sesto San Giovanni. “Le generazioni che vissero il 25 aprile sono andate via via diminuendo. Nel giro di pochi anni a venire sarà impossibile trovare testimoni oculari di quel periodo storico, persone cioè che non fossero allora piccoli bambini, quindi non in grado di capire ciò che succedeva intorno a loro. Agli storici soli sarà affidato il compito-dovere di scrivere, di continuare a raccontare gli accadimenti complessivi della Seconda Guerra Mondiale.”
E aggiungeva, riferendosi alla sua partecipazione alla Resistenza: “non sono un'”eroina”, sono semplicemente stata una ragazza che scelse di fare ciò che poteva contro un regime infame e perchè all'umanità – ed a quella gran parte di essa che sono le donne – fosse assicurata una vita migliore”.

Venerdì 24 Maggio dalle ore 13,00 alle 15,00 verrà allestita la camera ardente nella sede del Consiglio Comunale di Sesto San Giovanni.
Alle ore 15,00 il corteo raggiungerà Villa Zorn dove, presso la sede dell'ANPI di Sesto San Giovanni si svolgerà la cerimonia in suo ricordo.
L'orazione ufficiale sarà tenuta da Carlo Smuraglia, Presidente Nazionale dell'ANPI
Chiediamo ai Presidenti di Sezione di rendere possibile, con la loro presenza, l'effettuazione dei picchetti che si alterneranno all'interno della camera ardente.

Ai familiari, agli amici, ai compagni e a tutti coloro che hanno conosciuto Ceda un affettuoso e commosso abbraccio da tutta l'ANPI Provinciale di Milano.

Roberto Cenati
Presidente ANPI Provinciale di Milano
--

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA

L'ANPI di Cernusco sul Naviglio la ricorda con profonda commozione e riconoscenza, stringendosi con affetto alla famiglia e continuando, con rinnovato impegno e determinazione, il cammino lungo la strada che questa grande donna amava tanto e per la quale ha speso tutta la sua vita : la libertà e la democrazia. Ciao CEDA,grazie di tutto. Ora e sempre Resistenza!

E\' scomparsa una grande donna e una grande partigiana. Onore a CEDA, partigiana  combattente col grado di sottotenente.
ceda_due.jpg